ARBALETE PATHOS SARAGOS VS SARAGOS EVO

 

PATHOS SARAGOS VS SARAGOS EVO

DUE ARBALETE A CONFRONTO

 

SARAGOS EVO 

 

 

Come già saprete la PATHOS SUB  di  Angelos Michalopoulos, coaudivata dall’esperienza del campione del mondo Giacomo DeMola, ha presentato  lo scorso anno la nuova linea di fucili denominata EVO per la gamma LASER e SARAGOS. Si tratta d’importanti cambiamenti che rendono questi già ottimi fucili dei prodotti superlativi. Andiamoli a vedere nel dettaglio.

Credo che in ordine d’importanza, il primo cambiamento riguarda lo sgancia sagola. Si abbandona il piolino a scomparsa a favore di un’aletta esterna.

 

 

L’impugnatura cambia geometria e disegno (leggi articolo separato) e va a sostituire quella ergonomica rossa montata di serie sui saragos. Il braccio del supporto sternale diventa più lungo e il supporto in se diventa più grande per favorire l’operazione di caricamento e garantire un maggiore comfort.

 

La testata, sempre con un profilo slim, è stata ridisegnata con alloggi individuali per gli elastici. Laddove è previsto il doppio elastico quindi, ognuno avrà il suo foro.

 

Il fusto include un guida asta integrale con ridottissimi punti di contatto con l’asta che permette a quest’ultima di viaggiare su una sorta di cuscinetto d’acqua riducendo l’attrito.

Il fusto cambia colore e diventa sulla linea saragos marroncino-vinaccia mentre resta nero sui laser. In quest’ottica di distinzione cromatica fra le due linee anche gli elastici si differenziano, bianchi sui laser e rossi sui saragos pur mantenendo le stesse caratteristiche di propulsione.

 

Anche l’allestimento globale cambia pur mantenendo una versione più light sui saragos e più aggressiva sui laser. Difatti notiamo subito che sui saragos si passa dall’asta con tacche ad asta con pinnette che hanno tra l’altro un innesto più arretrato aumentando la capacità di propulsione. Inoltre gli elastici passano da ogiva in metallo (sempre sui saragos) ad ogiva in dyneema.

Joomla visitor tracking and live stats